NODE festival

|

Staccato #2 - Grand River & Marco Ciceri / Aleksandra Slyz & Maks Posio

h 21:00 - La Torre

Staccato prosegue sabato 19 Novembre negli spazi de La Torre a Modena con una serata interamente dedicata all'interazione fra i linguaggi sonori e visivi, con due set a/v presentati in prima assoluta per il pubblico italiano.

La compositrice e sound designer di origine italo-olandese Grand River, insieme al media artist Marco Ciceri, presenta FOG, una performance audio visiva incentrata su sonorità ambient e minimaliste che si interroga sulla ricerca di conoscenza del genere umano e sul suo rapporto con l'ignoto.

Nasce invece dalla collaborazione con il 3d designer e artista visivo Maks Posio, il set di Aleksandra Slyz, che presenta in Italia e a Modena il suo ultimo lavoro A Vibrant Touch, in una inedita versione a/v.

La partecipazione all'evento è gratuita, su invito previa prenotazione da effettuare tramite il form a questo link

-

Staccato è una produzione Lemniscata, coproduzione fuse*, con il contributo di Regione Emilia-Romagna, Assessorato alla Cultura del Comune di Modena e con la collaborazione di Centro Musica Modena.

  • 04. Grand River Credit Marie Haefner CUT 2 bw scaled

    Grand River

    Grand River è il nome d'arte di Aimée Portioli, compositrice e sound designer di origine italo-olandese di base a Berlino. Il suo lavoro, ispirato dal minimalismo e da sonorità ambient, si presenta con una inedita complessità ritmica, ed è caratterizzato da un'ampia gamma di tecniche compositive e di produzione contemporanee.
    Influenzata dalla sua formazione in ambito linguistico, la ricerca musicale di Aimée porta l'ascoltatore a interrogarsi sulla natura del suono e della musica come forma di comunicazione in grado di superare e sostituirsi al linguaggio stesso.
    Alla intensa produzione in studio, con un ep di debutto e due album all'attivo - l'ultimo dei quali, intitolato "Blink A Few Times to Clear Your Eyes", è uscito per Editions Mego nel 2020 - Aimée ha affiancato una altrettanto significativa attività live, partecipando ad alcuni dei principali festival europei, tra cui MUTEK, ed entrando a far parte del programma 2021 di SHAPE Platform.
    La sua produzione audiovisiva più recente, in collaborazione con il media artist italiano Marco Ciceri, è "FOG": una ricerca sulla sete di conoscenza della razza umana come strumento attraverso cui attribuire un significato a tutto ciò che percepiamo come ignoto.

    https://grandriver.eu/

     

  • A Slyz credits photo Agata Dankowska post Eerie Mydriasis 03 web

    Aleksandra Slyz

    Aleksandra Słyż è una compositrice, sound designer e sound engineer di origine polacca, parte del circuito We Are Europe e di SHAPE+ platform.
    Le sue performance più recenti si sono caratterizzare per la ricerca di un equilibrio fra strumenti acustici e sintetizzatori modulari al fine di generare dettagliate e complesse strutture musicali risonanti.
    All'interno delle sue pratiche di ricerca artistica rivestono una grande importanza gli studi su sistemi interattivi di sonorizzazione degli spazi, un percorso intrapreso già dal 2017 con i primi esperimenti sul campo sulla relazione fra movimento e suono e sulle differenti tipologie di interazione umana con lo spazio governate da riflessi propriocettivi o cinestetici.
    Le sue opere sono state presentate nei principali festival europei dedicati ai linguaggi audiovisivi come Audiorama, Avant Art Festival, UNM Festival e Unsound, tra gli altri.
    Il suo ultimo lavoro in studio, intitolato "A Vibrant Touch" è uscito nel 2022 per Warm Winters Ltd., e rappresenta un ulteriore passo in avanti nel percorso di ricerca sulla natura fisica del suono, qui rappresentato dall'esplorazione delle possibilità timbriche di tre strumenti acustici (violino, violoncello e sassofono alto) mediati dai sintetizzatori modulari della compositrice polacca.

    https://www.aleksandraslyz.com/