NODE 2018

|

2018 - 14 settembre + 14/15/16/17 novembre

Sound / System - NICOLA RATTI + DAKIM

h 21 - Galleria Civica di Modena | Palazzo Santa Margherita

NODE torna negli spazi della Galleria Civica di Modena, location storica del festival, per dare vita a SOUND / SYSTEM, progetto residenziale di produzione che si svolgerà dall’11 al 15 dicembre all’interno della mostra “L’Architettura della Vita”, la prima importante retrospettiva dedicata a Cesare Leonardi, figura poliedrica quanto inedita nel panorama architettonico ed artistico contemporaneo.
Protagonisti di questo percorso sono Nicola Ratti e Dakim, musicisti di alto profilo nell’ambito della scena internazionale. Provenienti da background profondamente diversi, trovano in questo contesto uno spazio di ricerca comune che si articola attorno al concetto di “loop” (ripetizione, ciclo, modulo) come entità autonoma e privilegiata tipica della musica elettronica contemporanea. Partendo da questa idea si svilupperà un confronto in parallelo con alcune delle tematiche progettuali che hanno caratterizzato la poetica di Cesare Leonardi fondate sulla definizione di una forma base da cui è possibile sperimentare infinite variazioni e metamorfosi, liberando il processo creativo all'interno di regole precise e confini paradossalmente limitati; dal metodo della SRA (Struttura Reticolare Acentrata), che permette di richiamare la libertà delle forme della natura e al tempo stesso rispettare precise coordinate matematiche, fino allo sviluppo dei Solidi, una serie di molteplici elementi di arredo, costruiti a partire da un unico materiale sorgente.
La residenza si svolgerà in orario di apertura al pubblico all’interno della sala grande di Palazzo Santa Margherita, in cui sono esposti decine di prototipi del sistema Solidi, e porterà alla realizzazione di una performance finale in programma venerdì 15 dicembre alle ore 21 ed in replica alle ore 22.

È possibile prenotare il proprio ingresso entro le ore 19 di giovedì 14 Dicembre inviando una richiesta all’indirizzo mail biglietteria.galleria.civica@comune.modena.it indicando nome, cognome e numero di telefono cellulare di ciascun partecipante fino a un massimo di 4 prenotazioni per mail. In mancanza di tali dati la prenotazione non sarà ritenuta valida.
È valida la prenotazione solo a seguito del ricevimento della conferma da parte della biglietteria, attiva dal mercoledì alla domenica.

Il progetto SOUND / SYSTEM è una produzione Lemniscata realizzato in collaborazione e con il supporto della Galleria Civica di Modena e dell’Assessorato alla cultura del Comune di Modena. Coproduzione fuse*.

  • Screen Shot 2018 08 26 at 16.19.26

    Nicola Ratti

    Milanese classe 1978, Nicola Ratti è uno dei principali esponenti della nuova scena elettronica italiana votata alla ricerca e alla sperimentazione. Musicista poliedrico attivo da anni, il suo approccio attuale è focalizzato sulla sperimentazione analogica, il sound design e le installazioni sonore. Affianca alla carriera solista collaborazioni con Giuseppe Ielasi come Bellows oltre a sconfinamenti sempre più presenti nel mondo dell’arte visiva contemporanea. È stato il curatore delle Variable Series presso lo spazio O’ a Milano, organizzatore del Festival Auna e attualmente, con l'associazione Frequente e S/V/N/, è il curatore di Standards, Milano, luogo di incontro e approfondimento sulla musica sperimentale nato da un'idea di Alberto Boccardi e Nicola Ratti. Al momento lavora come sound designer e tecnico del suono live con Romeo Castellucci – Socìetas Raffaello Sanzio e Silvia Costa ed ha partecipato al progetto “Studio Venezia” di Xavier Veilhan al Padiglione Francia dell’ultima Biennale Arte di Venezia. Il suo ultimo disco "The Collection" è uscito lo scorso Ottobre per Room40.

    http://www.nicolaratti.com 

  • blackmilk 600 7

    Dakim

    Personalità unica e da sempre circondata da un’aura di mistero, Dakim è noto per essere uno dei nomi di punta dell’etichetta discografica Leaving Records di Los Angeles, tra le realtà più autorevoli all’interno della scena sperimentale americana vicina all’immaginario hip-hop e jazz. Il suo essere da sempre lontano dai riflettori lo ha di fatto reso una figura di culto tra gli addetti ai lavori; artisti come Flying Lotus, Matthew David e House Shoes lo citano come una delle loro maggiori fonti di ispirazione.
    Fulcro della sua ricerca sonora è il “loop”, il modulo in costante ripetizione all’interno della struttura compositiva, inteso come elemento organico che si evolve, respira, muta forma e dove il suono della sua città natale, Detroit, si unisce alla radicalità del jazz e con i modelli ritmici dell'hip-hop. Le sue rare esibizioni dal vivo sono occasioni per entrare in sintonia con una visione del suono unica ed istintiva.