NODE

|

2018 - 14 settembre + 14/15/16/17 novembre

Hand Signed #2 OLIVER COATES

h 21 - Sala Vanni

Oliver Coates è uno dei più importanti violoncellisti britannici, lanciato a livello internazionale dalla residenza artistica al Southbank Centre dal 2010 e dal premio Royal Philharmonic Society Young Artist vinto l’anno successivo. È conosciuto sia come interprete che come compositore e il suo album di debutto, “Towards The Blessed Islands”, uscito su PRAH Recordings, è considerato un capolavoro dalla critica specializzata. All’attivo ha lavori con Massive Attack , Ben Frost, London Sinfonietta, David Lang, Steve Reich (per l’esecuzione di ‘Music for 18 Musicians’), DOOM, Mira Calix e Boards of Canada con un brano uscito per il 20th anniversary box set della Warp. La sua amicizia di lungo corso con la compositrice Mica Levi ha dato vita, tra le altre cose, all’acclamata colonna sonora del film “Under The Skin” di Jonathan Glazer. Altra fondamentale collaborazione del giovane musicista e’ quella con il chitarrista dei Radiohead Jonny Greenwood al quale ha prestato le sue doti di strumentista per le colonne sonore di film come “The Master” di Paul Thomas Anderson e “There Will Be Blood” di Paul Thomas Anderson. 
Il suo stile accosta, con tutta naturalezza, classica, avanguardia, indie e elettronica, ricevendo ispirazioni trasversali e libere dalle gerarchie, che mettono, per usare le sue parole ‘Pierre Boulez e MF DOOM su uno stesso piano di continuita’.

Hand Signed è un progetto realizzato da OOH-sounds, NODE festival e Musicus Concentus con la collaborazione del Museo Marino Marini. Si presenta in forma di rassegna, pensata come una sonorizzazione 'in progress' per gli affascinanti spazi della Sala Vanni. Partendo dall'idea di un suono manipolato in maniera quasi artigianale, sono stati selezionati sette artisti internazionali riconosciuti come fondamentali nella attuale scena elettronica sperimentale.