NODE2021

|

Roly Porter & MFO: Kistvaen

Il titolo della performance è un termine celtico traducibile come cesta o scatola di pietra che identifica un particolare tipo di tombe ipogee diffuse in epoca pre-cristiana, fra 2500 e 1500 a.C. nella contea del Devon.
Da questo rudimentale monumento funebre MFO e Roly Porter creano una narrazione per suoni e immagini in cui suggestioni primordiali, affidate alla voce di Mary-Anne Roberts, interprete della tradizione rituale funebre gallese, si intrecciano e si scontrano con il contesto digitale e virtuale rappresentato dalle texture sonore e visive ordite da Roly Porter e MFO.

  • Roly Porter by Lucy Dickens

    Roly Porter

    Roly Porter esordisce nel 2004 con il progetto Vex’d insieme a Jamie Teasdale (Kuedo) gettando le fondamenta per quel genere mutante che a pochi anni di distanza diventerà il dubstep. La sua carriera solista unisce il background legato all’esperienza Vex’d con la musica contemporanea e il sound design. Nel 2011 pubblica ‘Aftertime’ seguito nel 2012 da ‘Fall Back’, prodotto in collaborazione con la suonatrice di onde martenot Cynthia Millar. Porter ha inoltre prodotto colonne sonore per film come ‘In Fear’ (in concorso al Sundance Film Festival) e il thriller distopico ‘Interferenz’.

    Ospite di NODE nel 2014, Roly Porter ha pubblicato nel 2016 'Third Law', su Tri Angle Records, un assalto sonoro in piena regola all'interno del quale molteplici layer sovrapposti di strumenti ad arco, sintetizzatori e partiture corali investono l'ascoltatore, quasi ad incanalre una forma di energia primordiale scaturita dalle viscere della Terra.

    Il 2020 vede la pubblicazione sotto Subtext del suo quarto e ultimo lavoro in studio, 'Kistvaen', progetto che parte dalla esplorazione e dalla ricerca storica di alcuni siti di sepoltura rituali presenti nel sud-est dell'Inghilterra e che contrappone questi elementi primordiali alla società del ventunesimo secolo, in cui è sempre più preponderante la presenza del virtuale e del digitale.

    http://www.rolyporter.com/

  • 5142 1 MFO by FreundevonFreunden

    MFO

    Marcel Weber è un artista visuale tedesco che indaga il rapporto tra memoria, percezione e la conseguente formazione/dissoluzione dell'identità in vista di un futuro possibile.
    I suoi lavori sono caratterizzati da un estetica estremamente definita, ottenuta attraverso l'utilizzo di proiezioni e luci atmosferiche in costante relazione con il suono. Applicando alle immagini il linguaggio espressivo della musica, Weber riesce ad ottenere momenti di alta densità emotiva in maniera eterea grazie alla sua capacità di sviluppare tecniche narrative sperimentali.
    MFO è il visual director di festival come Atonal e Unsound, ha collaborato con Tim Hecker, Roly Porter, Biosphere, Stars of the Lid, Grouper e ha curato il progetto scenico del concerto con le musiche di Stranger Things.

    Già ospite del festival durante l'edizione del 2018, quando ha portato in scena la sua collaborazione con Ben Frost, MFO torna a NODE con un nuovo allestimento pensato per offrire l'ideale contrappunto visivo alle texture digitali create da Roly Porter in "Kistvaen", presentato in anteprima nel 2019 ad ATONAL.

    https://mfoptik.de/

Teatro Storchi

Largo Garibaldi 15 - 41124 Modena (MO)
  • Dal 7 al 8 Dicembre

  • 21:00

  • 18€ in prevendita - 22€ alla cassa