NODE 2018

|

2018 - 14 settembre + 14/15/16/17 novembre

Orthographe

15129012 10153790128528239 7893397261635720624 o

Orthographe nasce a Ravenna nel 2004. Il percorso artistico del gruppo si muove tra performance teatrale, musica ed arti visive, intrecciandone i linguaggi. Il lavoro di ricerca sui dispositivi ottici applicati alle arti visive e teatrali porta alla realizzazione degli spettacoli per camera ottica Orthographe de la physionomie en mouvement (2005 Biennale di Venezia Teatro), Tentativi di volo (2007 What's Next, Spielart, Munich), Innerland (2014-15 Mykorrhiza, Berlin- Dusseldorf) e il laboratorio per bambini La chiave d'oro (2014 Artefact, Leuven). La combinazione di fotografia, performing art e cinema è l'anima di lavori come la fantasmagoria teatrale Controllo Remoto (2009 Rotterdamse Schouwburg Festival, Rotterdam) , la performance pirotecnica ¡Thump flash! (2011 Santarcangelo theatre Festival) e l'istallazione catottrica Ars Umbratica (2016, Ravenna Festival, Ravenna) dove l'immagine e i dispositivi che generano e manipolano la luce sono i protagonisti della scena. Durante il biennio 2011/12 prende forma in due stagioni il progetto Una settimana di Bontà. L'edizione del gioco da tavolo Cobain Affaire nasce in questa occasione e si sviluppa come performance autonoma che esplora l'interazione diretta tra pubblico e messa in scena, coinvolgendo gli spettatori in un bizzarro gioco a premi. Nel 2011 nasce Paradoxes , rassegna di live performance di musica elettronica e sperimentale per planetario. Il formato creato per il planetario di Ravenna da Orthographe in collaborazione con il musicista Lorenzo Senni (Presto?!) e l'astrofisico Marco Garoni (ARAR) è stato ospitato in altri planetari europei (Berlino 2014, Milano 2015 e Modena 2016-17).