NODE 2018

|

2018 - 14 settembre + 14/15/16/17 novembre

Ben Frost + MFO

  • Ben Frost credit Salar Kheradpejouh 1

    Ben Frost

    Nato in Australia, nel 2005 Ben Frost si trasferisce in Islanda, dove, insieme a Valgeir Sigurrosson e Nico Muhly, ha fondato l’etichetta Bedroom Community.
    I suoi lavori, da "Steel Wound" (2003), "Theory of Machines" (2007), "By The Throat" (2009), fino ad "A U R O R A" (2014), fondono una soundart fisica e strutturata con una militante elettronica post classica, caratterizzata da melodie immersive, attimi di minimalismo alternati a feroci sferrate di matrice metal. Il suo ultimo LP "The Centre Cannot Hold" segna un cambio di direzione verso soluzioni più profonde, meno dinamiche, ma di certo non meno incisive rispetto al passato. Da sempre interessato al rapporto tra suono e immagine, nel corso del 2017 ha contribuito alla colonne sonore delle serie "Dark" e "Fortitude", ed in passato ha composto le musiche dei film "Sleeping Beauty" (2011), "In Her Skin" (2009), "The Deep" (2012) oltre a collaborare stabilmente con l'artista irlandese Richard Mosse.
    Nel 2010 viene scelto da Brian Eno per un anno di collaborazione e scambio grazie al programma Rolex Mentor and Protegé. Ben Frost ha anche collaborato a vario titolo a diversi album fra cui "Konoyo", "Ravedeath 1972" e "Virgins" di Tim Hecker, "The Seer" degli Swans, "New History Warfare" di Colin Stetson.

  • 5142 1 MFO by FreundevonFreunden

    MFO

    Marcel Weber è un artista visuale tedesco che indaga il rapporto tra memoria, percezione e la conseguente formazione/dissoluzione dell'identità in vista di un futuro possibile.
    I suoi lavori sono caratterizzati da un estetica estremamente definita, ottenuta attraverso l'utilizzo di proiezioni e luci atmosferiche in costante relazione con il suono. Applicando alle immagini il linguaggio espressivo della musica, Weber riesce ad ottenere momenti di alta densità emotiva in maniera eterea grazie alla sua capacità di sviluppare tecniche narrative sperimentali.
    MFO è il visual director di festival come Atonal e Unsound, ha collaborato con Tim Hecker, Roly Porter, Biosphere, Stars of the Lid, Grouper e ha curato il progetto scenico del concerto con le musiche di Stranger Things.
    Per il tour di 'The Centre Cannot Hold' ha progettato un allestimento immersivo in grado di tradurre l'ossessione di Ben Frost per l'Oceano ed il colore Blu.

Teatro Storchi

Largo Garibaldi 15 - 41124 Modena (MO)
  • 17 Novembre

  • 21:00

  • 15€ in prevendita - 18€ alla cassa